• Do. Nov 26th, 2020

8.000 vittime di truffe Bitcoin ricevono rimborsi dal regolatore degli Stati Uniti

Vonadmin

Nov 8, 2020

La Federal Trade Commission degli Stati Uniti sta rimborsando circa 8.000 vittime che hanno perso denaro investendo in due truffe bitcoin. Gli schemi fraudolenti promettevano che gli investitori avrebbero potuto trasformare i loro pagamenti in criptovaluta di circa $ 100 in $ 80.000 di reddito mensile.

Le vittime di Bitcoin Pyramid Schemes ottengono rimborsi

La Federal Trade Commission (FTC) ha iniziato a inviare rimborsi alle vittime di due truffe sugli investimenti in criptovaluta: Bitcoin Funding Team e My7network.

Secondo un annuncio della Bitcoin Trader mercoledì, i due schemi „hanno promesso falsamente che i partecipanti avrebbero potuto guadagnare grandi somme di denaro pagando criptovaluta come bitcoin o litecoin per iscriversi agli schemi“. Tuttavia, l’FTC ha dettagliato:

Bitcoin Funding Team e My7network erano schemi di referral a catena che dipendevano dal reclutamento di nuove persone per fare soldi. In effetti, la maggior parte dei partecipanti non è riuscita a recuperare i propri investimenti iniziali.

La FTC sta inviando 7.964 rimborsi tramite Paypal per un totale di oltre $ 470.000 alle vittime dei due schemi a partire dal 5 novembre

“Il rimborso medio è di circa $ 59. I destinatari che ricevono un rimborso tramite Paypal avranno 30 giorni per accettare il pagamento ”, ha chiarito l’FTC.

I promotori dei due programmi – Thomas Dluca, Louis Gatto ed Eric Pinkston – sono stati chiusi nel marzo 2018. Hanno affermato che Bitcoin Funding Team „potrebbe trasformare un pagamento dell’equivalente di poco più di $ 100 in $ 80.000 di reddito mensile“, il FTC ha spiegato, aggiungendo che i due schemi erano „schemi di rinvio a catena – un tipo di schema piramidale“.

La FTC sostiene che un quarto imputato, Scott Chandler, ha promosso Bitcoin Funding Team e un altro ingannevole schema di reclutamento di criptovalute chiamato Jetcoin. Questa truffa sosteneva che gli investitori avrebbero potuto raddoppiare il loro investimento in 50 giorni, ma la FTC afferma che „lo schema non è riuscito a soddisfare queste richieste e ha cessato l’attività entro due mesi dal lancio“.

Gli imputati hanno violato il „divieto della legge contro atti ingannevoli della FTC travisando gli schemi di rinvio a catena come opportunità di guadagno in buona fede e affermando falsamente che i partecipanti potrebbero guadagnare un reddito sostanziale partecipando ai tre schemi“, ha spiegato l’agenzia federale.